Le sperimentazioni

Siamo in fase di sperimentazione con diversi clienti per risolvere specifici requisiti e per diverse applicazioni:

  • Carrelli trasportabili per usi militari in alternativa ai gruppi elettrogeni
  • Soluzioni per illuminazione dei cartelloni pubblicitari stradali nelle ore notturne
  • Soluzioni di storage per abitazioni
  • Soluzioni per antenne televisive o Base Station per operatori di telecomunicazioni

 

Su quest’ultima mostriamo nel seguito quanto fatto per il cliente RAIWAY in un sito remoto non presidiato con installazione di antenna televisiva.

Sperimentazione RAIWAY

Sistema di produzione, stoccaggio e gestione energia

(*): Modulo per la cattura e la gestione dell’energia (Sottosistema di Gestione + Sottosistema Capacity Power Transfer)

(**): Modulo per lo stoccaggio dell’energia prodotta (Sottosistema: Lithium Power Transfer)

 

Questo progetto, la cui idea base è frutto di brevetti depositati da Sonolis srl, è nato con lo scopo di realizzare un sistema idoneo alla gestione, cattura, immagazzinamento e fornitura di energia, per il mercato della telefonia, delle telecomunicazioni, della trasmissione radio e broadcasting TV. In particolare la sperimentazione RaiWay si prefigge l'obiettivo di ridurre i costi di energia elettrica attraverso l'utilizzo “intelligente” dell'energia proveniente da fonti rinnovabili - fotovoltaico ed eolico - per una antenna di broadcasting per il segnale televisivo.

Il sistema è composto da 3 sottosistemi: un sottosistema di gestione, un sottosistema di accumulo dinamico ed un sottosistema di storage.

Il nostro sistema, integrato con le sorgenti di energia rinnovatbile, permette una modulazione ottimizzata tra produzione e consumo, privilegiando la produzione di energia in loco e da fonti rinnovabili. Il risultato è una ottimizzazione delle fonti di energia in ingresso con conseguente riduzione dei consumi di rete.

Visti gli ottimi risultati ottenuti durante la sperimentazione, si può concludere che il sistema LCpT di Sonolis può essere efficacemente impiegato nel settore delle telecomunicazioni inteso in senso lato, con l’obiettivo di sostituire o integrare la tradizionale fornitura di energia con energia prodotta in loco da fonti rinnovabili e quindi “pulite”.